Pagamenti a rate online: come avvengono, i vantaggi e i rischi

Negli ultimi anni, soprattutto tra i più giovani, si sta diffondendo l’utilizzo di sistemi di pagamento rateale online del tipo Buy Now, Pay Later (BNPL), che letteralmente significa “compra ora, paga dopo”. Oggi numerosi player mondiali ed europei offrono questi sistemi di pagamento ai propri clienti e, anche in Italia, diverse aziende che operano nella tecnofinanza stanno riscuotendo grande successo proponendo le proprie soluzioni BNPL ai proprietari e gestori di siti e-commerce. 

È indubbio che queste opzioni di pagamento presentano diversi vantaggi per i consumatori, tuttavia dietro ai benefici si nascondono anche dei rischi. Acquistare a rate online è comodo, ma è importante farlo in modo consapevole per evitare di indebitarsi eccessivamente. Troppo spesso, invece, questo strumento viene usato con molta facilità e leggerezza, mentre andrebbe impiegato solo dopo averne capito bene i meccanismi e dopo aver valutato la propria situazione economica.

In questo articolo, quindi, vedremo nel dettaglio come funzionano i pagamenti a rate online, i loro vantaggi e i possibili rischi da conoscere prima di affidarsi a questa soluzione.

Pagamenti a rate online: in cosa consistono e come funzionano

I pagamenti a rate esistono da sempre, ma la novità assoluta introdotta dai pagamenti a rate online è la facilità e la rapidità con cui è possibile ottenere il credito. Di cosa si tratta esattamente? Il Buy Now, Pay Later è tecnicamente una forma di finanziamento a breve termine che permette ai consumatori di acquistare prodotti e servizi e di pagarli in un secondo momento (dilazione del pagamento) e in maniera frazionata (rateizzazione).

Secondo i dati riportati da CRIF (Centrale Rischi Finanziari S.p.A.), negli ultimi anni il ricorso a questa soluzione è cresciuto in doppia cifra, toccando un incremento del 47% nel 2022. Per lo più questa soluzione è scelta da giovani adulti, giovani e giovanissimi. Infatti, oltre il 70% dei pagamenti a rate online è effettuato dai Millennials e dai ragazzi appartenenti alla Generazione Z.

Come funziona questo sistema? Nella maggior parte dei casi, gli attori in campo sono 3: 

  1. il consumatore
  2. l’e-commerce
  3. l’azienda di intermediazione finanziaria

L’operazione avviene in questo modo: 

  1. il consumatore ottiene immediatamente il prodotto acquistato senza pagarlo per intero; 
  2. l’intermediario finanziario paga il prezzo totale all’e-commerce che ha effettuato la vendita;
  3. nel periodo successivo (in genere non più di 3 mesi) il consumatore rimborsa all’intermediario finanziario le rate stabilite.

È evidente che il finanziamento al cliente non viene concesso direttamente dall’e-commerce, bensì da una società finanziaria che si assume il rischio del credito. Quando si effettua un acquisto a rate, quindi, si sottoscrive un contratto con l’intermediario finanziario e ciò avviene tramite la conclusione dell’ordine sul sito del negozio online. 

Il contratto stabilisce le condizioni di pagamento, il numero di rate e l’importo di ciascuna di esse. Alcuni intermediari offrono anche la possibilità di mettere in pausa i pagamenti o di modificare le scadenze delle rate, offrendo una maggiore flessibilità agli acquirenti.

Inoltre, quasi sempre, i pagamenti a rate online non prevedono interessi, a meno che non ci siano ritardi nel pagamento delle scadenze. Per gli intermediari, quindi, il profitto deriva dalle commissioni applicate agli e-commerce per offrir loro questo servizio, e non direttamente dai consumatori.

Un esempio pratico di pagamento a rate online

Ecco un esempio concreto per spiegare in maniera immediata come funziona.

Flavia, una donna di 30 anni, sta navigando su un e-commerce di moda alla ricerca di un nuovo abito per un’occasione speciale. Trova l’abito dei suoi sogni ma si rende conto che il prezzo è al di sopra delle sue possibilità attuali. Si accorge che tra i metodi di pagamento possibili c’è anche il pagamento in 4 rate senza interessi, così decide di proseguire comunque con l’acquisto sfruttando questa opportunità.

A conclusione dell’ordine, Flavia paga nell’immediato solo il 25% del prezzo totale dell’abito all’e-commerce, riceve a casa il prodotto e ha sottoscritto un finanziamento per la parte restante con la piattaforma che funge da intermediario finanziario. Nei successivi 3 mesi, Flavia dovrà pagare a quest’ultima altrettante rate, ognuna corrispondente al 25% del prezzo originario.

Nel frattempo, nel momento in cui è stato concluso l’ordine, la società finanziaria ha rimborsato all’e-commerce il prezzo dell’abito, diminuito di una piccola commissione per il servizio, così l’e-commerce ha ottenuto immediatamente la liquidità derivante dalla vendita.

Come si pagano le rate nel BNPL?

Ogni sistema di Buy Now, Pay Later può prevedere un metodo a sé per il pagamento delle rate, per cui è sempre bene leggere con attenzione le condizioni indicate in fase di sottoscrizione del contratto durante il checkout. In ogni caso, i metodi di pagamento più diffusi sono:

  • addebito diretto su carta di credito o carta revolving;
  • addebito diretto su carta di debito o conto corrente;
  • bonifico;
  • assegno.

Acquisto a rate online: conviene?

Ma perché acquistare a rate online sta diventando un’opzione sempre più popolare? Il meccanismo è molto intuitivo e semplice e alcuni vantaggi risultano immediatamente evidenti, sia per i consumatori che per i venditori. Analizziamoli più nel dettaglio.

I vantaggi per gli acquirenti

Per chi acquista online il Buy Now, Pay Later può essere conveniente perché:

  • Concede maggiore disponibilità economica nell’immediato
    Il BNPL evita di affrontare spese eccessive in un solo momento, permettendo quindi  di rientrare in un eventuale budget mensile prefissato o di coprire spese impreviste.
  • È senza interessi
    Come anticipato, se si riesce a essere puntuali con le scadenze, in molti casi questo sistema non comporta spese aggiuntive o, se sono previsti interessi, sono decisamente più bassi rispetto al classico finanziamento bancario.
  • Il finanziamento si ottiene con una procedura rapida, snella e intuitiva
    Sempre confrontandola con altre tipologie di credito al consumo tradizionali, questa opzione è molto veloce e totalmente digitale, i documenti richiesti sono minimi (se ci sono) e non viene fatta una valutazione approfondita delle capacità finanziarie del richiedente.

I vantaggi per gli e-commerce

Per i venditori, invece, implementare soluzioni di pagamento a rate online per i propri e-commerce significa rendere gli acquisti più accessibili a un pubblico più ampio. Il Buy Now, Pay Later può infatti contribuire ad aumentare i tassi di conversione del sito, ossia il numero di visitatori che concludono un acquisto.

Il venditore non rischia in prima persona che il suo cliente sia insolvente, perché l’intermediario finanziario paga l’importo all’e-commerce e la commissione del servizio non è molto differente rispetto al costo di incasso di qualsiasi altro metodo di pagamento digitale.

Svantaggi e possibili rischi del Buy Now, Pay Later

Per i consumatori, però, questa semplicità di accesso al credito in molti casi può rivelarsi molto insidiosa.

Il rischio più concreto è quello che l’utilizzo imprudente di questi strumenti possa portare a un accumulo di debiti senza avere più la capacità di ripagare le rate. In effetti, la valutazione creditizia del consumatore, se viene fatta, è molto superficiale rispetto alle normali procedure di istruttoria adottate nella concessione dei finanziamenti, spesso non è necessario mostrare una busta paga o una dichiarazione dei redditi e, di conseguenza, chiunque può richiedere il prestito.

Dovrebbe essere il consumatore in prima persona a valutare la propria capacità di rimborsare le rate, anche perché nel caso di mancati pagamenti o pagamenti in ritardo gli saranno applicati degli interessi di mora o delle penali consistenti e, alla fine, la spesa sarà maggiore rispetto al costo originale del prodotto, anche se il ritardo del pagamento avviene in maniera involontaria (ad esempio perché si è esaurito il plafond della carta di credito prima del previsto o non ci sono più fondi nella carta di debito).

Anche Banca d’Italia è intervenuta sui possibili rischi connessi al Buy Now, Pay Later, aggiungendo che, dal punto di vista normativo, quando l’importo finanziato è inferiore ai 200 euro e il rimborso deve avvenire entro 3 mesi, a questi finanziamenti non si applicano le leggi sul credito al consumo e quindi vengono meno tutta una serie di tutele per i consumatori.

In definitiva, con il Buy Now, Pay Later il rischio di perdere il controllo sulle proprie spese è molto elevato, è facile cedere alla tentazione di acquistare prodotti o servizi non strettamente necessari o che hanno un costo complessivo superiore a quanto possiamo realmente permetterci. Prima di optare per i pagamenti a rate online, quindi, è fondamentale valutare la propria situazione finanziaria, considerare la propria capacità di onorare gli impegni per evitare crisi da sovraindebitamento, e assicurarsi di comprendere appieno le condizioni contrattuali.

Se vuoi sapere di più sugli strumenti finanziari oggi disponibili, conoscere le strategie per evitare problemi di debiti e sapere come fare in caso di difficoltà a pagarli, iscriviti alla newsletter e leggi il blog di Esdebitami Retake per trovare tanti approfondimenti a riguardo. 

 

Crediti immagine di copertina: Inna Dodor/shutterstock.com

Condividi su
Avatar photo
Luigi Ursino

è giurista con un'esperienza ultraquarantennale nel campo della consulenza immobiliare e creditizia. È specializzato nell’analisi della capacità di indebitamento di privati ed aziende nei confronti del sistema bancario e finanziario ed esperto in materia di sovraindebitamento. Dopo aver fondato network nazionali di mediazione creditizia, oggi è Presidente di Esdebitami Retake e presiede il Comitato Tecnico Scientifico che supporta le scelte aziendali con contributi di ricerca e studio.

Articoli: 14